La capitale gastronomica del Salento: Ceglie Messapica

Tracce indelebili del passato, un borgo dalla bellezza disarmante e gustose prelibatezze: questa è Ceglie Messapica, una delle mete più interessanti dell’alto Salento. 

La città è amata soprattutto da chi vuole gustare le bontà della regione, infatti, a Ceglie Messapica ha sede il Centro Internazionale di Gastronomia Mediterranea. Oltre a questa importante istituzione girando nella città si incrociano tantissimi ristoranti che portano in tavola i sapori tipici di una volta, autentici, genuini e a km 0. 

Per questo una visita a Ceglie Messapica non può che comprendere un pranzo o una cena in uno dei suoi ristoranti per gustare le specialità del posto, specialmente i panificati, gli eccellenti dolci e il famoso biscotto cegliese, ottenuto dalle deliziose mandorle di Ceglie Messapica.

Dopo aver assaporato queste bontà non resta che fare un giro tra le bellezze architettoniche ed archeologiche di Ceglie Messapica.. ottimo anche per smaltire!

Il centro storico si dirama intorno alla centrale Piazza del Plebiscito. Da qui con pochi passi si raggiungono i monumenti principali che si ergono su colli. Tra questi, la chiesa Matrice, ricca di affreschi del pittore Domenico Carella. Nelle vicinanze si staglia il maestoso Castello Ducale, con la torre normanna e la torre quadrata alta 34 metri, diventata simbolo della città. 

L’arte e l’architettura antica a Ceglie Messapica vengono per un attimo abbandonate entrando in un luogo futuristico. La Pinacoteca Emilio Notte, all’interno della quale sono esposte diverse opere dell’artista futurista nato proprio a Ceglie Messapica. Molto vicino alla pinacoteca vi è anche il Museo Civico MAAC, Museo Archeologico e di Arte Contemporanea. 

Nelle campagne che circondano il paese vi sono molte testimonianze archeologiche, ne sono un esempio le Specchie, tipiche costruzioni a secco, presenti in gran numero in queste zone, e le le necropoli preistoriche e romane.