Vacanza ad Ostuni tra mare e storia: 5 cose da non perdere

Sono tanti i nomi con cui è conosciuta Ostuni: la “città bianca”, la “città presepe” o la “regina degli ulivi”. In questo mini tour ti illustro 5 cose da fare per goderti la bellissima cittadina pugliese, diventata meta d’attrazione per molti turisti ed italiani per le sue bellezze naturali ed artistiche.

Il centro storico di Ostuni

La prima tappa prevede una passeggiata nel centro storico di Ostuni, caratterizzato da un labirinto di strette viuzze e stradine dove si affacciano palazzi ed edifici completamente bianchi. Il caratteristico colore bianco è dato dalle costruzioni realizzate con la pittura a calce, ritenuto il motivo per il quale la peste non attecchì in città. Il centro storico cittadino ha mantenuto il suo tipico stile medievale e sembra rimasto sospeso nel tempo.

La Cattedrale di Ostuni

Già che ti trovi a passeggiare nel centro storico, sicuramente ti consiglio di fermarti a visitare la Cattedrale di Ostuni, uno dei principali esempi di stile gotico risalente al XV secolo. L’edificio sorge nella Piazza Federiciana anche se, rispetto alle principali chiese gotiche europee, ha dimensioni piuttosto modeste. In compenso vanta una straordinaria ed invidiabile ricchezza in termini di decorazioni sui lati ed all’interno.

Le 5 spiagge di Rosa Marina

Ostuni vanta ben 17 chilometri di costa bagnata da un mare cristallino e trasparente. Sono tantissime le spiagge che puoi scegliere, ognuna con delle specifiche caratteristiche. Se sei con un gruppo di amici molto eterogeneo, ti consiglio di recarti al villaggio di Rosa Marina che offre diverse tipologie di spiagge adatte per tutti i gusti. La Rodos è indicata per gli under 20, la Lambertina per le famiglie ed il Pontile per chi vive al di fuori del villaggio.

Tappa culinaria obbligata: il “divino” panzerotto pugliese

Naturalmente non può mancare un “excursus” tra le prelibatezze gastronomiche di Ostuni, che custodisce veri e propri tesori culinari. Tra le pietanze “regine” della cucina ostunese c’è il panzarotto pugliese, una mezzaluna di pasta lievitata ripiena di pomodoro e mozzarella e poi fritta. Lo puoi gustare presso i tanti locali e tavole calde che affollano il centro storico della città. Un’esplosione di gusto e sapore in bocca, ma il pomodoro e la mozzarella rovente hanno fatto molte “vittime” tra i palati dei più ingordi: occhio a non scottarti!

Viaggio nel tempo: alla scoperta dei Dolmen

Se hai voglia di concederti una gita fuori porta, ti consiglio di visitare i Dolmen, lasciti ereditari storici che rappresentavano antichi monumenti funerari. Le antichissime costruzioni in pietra a secco, risalenti ai tempi della Preistoria, sono giunti in perfette condizioni fino ai giorni nostri. La scelta ideale per una gita in famiglia, o una scampagnata tra amici all’insegna della conoscenza e del divertimento.